Unicef: partecipa al Cenone di Natale più grande del mondo!
dicembre 9, 2013
Attraverso il coinvolgimento dell’Astronauta Luca Parmitano, quando ancora era nello spazio, è nato un primo gesto di amicizia che ci auguriamo tutti possa portarci lontano.

Attraverso il coinvolgimento dell’Astronauta Luca Parmitano, quando ancora era nello spazio, è nato un primo gesto di amicizia che ci auguriamo tutti possa portarci lontano. Ci sono eventi nella vita delle persone che uniscono e fanno superare le barriere: le missioni nello spazio sono forse tra le esperienze sia scientifiche che emotive, più esemplificative. Tutti insieme, con il naso all’insù, a sognare e pensare a come possa essere emozionante osservare il nostro Pianeta dallo spazio e altre meraviglie sconosciute. Immagini che fanno parte delle più profonde aspirazioni del genere umano. Così come le alleanze per salvare chi è in pericolo: bambini, villaggi interi colpiti da eventi drammatici, calamità naturali o guerre, quando la comunità umana si unisce, si avvicina, supera i confini, protegge e salva i suoi simili in pericolo.

In questo spirito il nostro Luca e l’Ente Spaziale Europeo, sede italiana, hanno accolto l’invito dell’UNICEF Italia ad essere testimoni di un campagna di sensibilizzazione contro la malnutrizione infantile che nel mondo – in Africa soprattutto -­‐ è concausa della morte di 1 bambino su 3.

Ci informa l’UNICEF che, secondo gli ultimi dati, sono 18.000 i bambini tra 0 e 5 anni che ogni giorno muoiono per malattie facilmente prevenibili con vaccini e curabili con semplici medicinali ma che se, si soffre di malnutrizione, diventano letali.

Una realtà davvero inaccettabile.

Ancor più se pensiamo ai progressi umani compiuti finora, che permettono a uomini e donne di vivere per mesi nello spazio e di tornare a casa come da un qualsiasi viaggio fino a pochi anni fa impensabile. E soprattutto se sappiamo a come oggi è facile e possibile salvare tante vite con la somministrazione di bustine di un alimento terapeutico come questa qui.

ESA e Luca Parmitano sono stati felici di rispondere all’invito dell’UNICEF e di mettere la nostra notorietà al servizio di questa missione “terrestre”, altrettanto sfidante rispetto a quelle che svolgiamo e fortunatamente vinciamo nello spazio.

Riuscire per questo Natale a fornire ad un maggior numero possibile di bambini malnutriti il pasto più importante della loro vita è una grande conquista, che solo insieme possiamo riuscire a raggiungere!

Potete visitare il sito per scoprire come dare il vostro contributo.