Un posto al sole: riassunto puntata venerdì 23 novembre 2012
novembre 24, 2012
Otello sembra entusiasta dell'arrivo del nuovo caposezione al Comando: non sa che sarà proprio lui a farne le spese. Nicotera ha dei dubbi sul dare inizio a una relazione con Viola. Per Tommaso e Roberto arriva il momento della verità.

In portineria, Michele (Alberto Rossi) interrompe il bacio tra Viola (Ilenia Lazzarin) e Nicotera (Paolo Romano).

Tommaso (Michele Cesari), impaziente di conoscere i  risultati del test, chiama il laboratorio, ma per telefono non può avere questo tipo di informazioni.

Nel frattempo, Filippo (Michelangelo Tommaso) chiede a Serena (Miriam Candurro) di fermarsi da lui per la notte.

Al Comando, Otello (Lucio Allocca) cerca di calmare gli animi di Guido (Germano Bellavia) e dei colleghi che si occupano di fantacalcio, quando entra Oscar Rossetti (Giancarlo Ratti), il nuovo caposezione del comando.

Viola rientra a casa raggiante, per la gioia di Raffaele (Patrizio Rispo).

Filippo, di ritorno dalla corsa, incontra Roberto (Riccardo Polizzy Carbonelli) a cui chiede di Sandro, ma il padre gli dice che è un po’ tardi per preoccuparsi.

Mentre Guido si lamenta di Rossetti, Otello indossa l’alta uniforme come omaggio al nuovo arrivato: è certo che il nuovo caposezione porterà dei benefici al Comando.

Viola racconta del bacio ad Angela (Claudia Ruffo).

Serena incontra Tommaso al Vulcano che le dice che oggi è il grande giorno. La ragazza trova giusto che voglia conoscere la verità, ma gli dice anche che soldi e potere non fanno la felicità.

Nicotera chiama Viola: vuole parlarle e le chiede un incontro.

Rossetti assegna i nuovi compiti e, data l’età, Otello resterà a fare lavori d’ufficio.

Nicotera dice a Viola che ha pensato molto a lei e al loro e al bacio: lei le piace ma le cose non sono così semplici purtroppo. Lui non è libero di fare niente e non vuole costringerla ad una vita fatta di ansia e di paura.

Il momento della verità è arrivato: le buste con i risultati del test vengono recapitate contemporaneamente a Roberto e a Tommaso. Quest’ultimo, dopo averla girata e rigirata tra le mani, la apre e ne legge il contenuto.