Un posto al sole: riassunto puntata 21 marzo 2013
marzo 22, 2013
Franco decide di non far partecipare Ugo al torneo ma Genny, furioso con i ragazzi di Caruso, decide di dar loro una lezione. Michele parla alla radio delle vittime innocenti della mafia, mentre Giulia incontra Maddalena al Vulcano...

Dopo gli allenamenti, Franco chiama Ugo nel suo ufficio: ha una costola incrinata e quindi domani non parteciperà al torneo. Anche se non salirà sul ring, farà squadra con i suoi compagni ed è questa la cosa che conta e che permetterà loro di vincere contro i pugili di Vanni Caruso.

Michele parla a Giulia della sua trasmissione di oggi in onore delle vittime innocenti della camorra. La donna coglie l’occasione per dirgli che incontrerà Maddalena.

Andrea non riesce proprio a distrarre Arianna dalla sua missione: pulire, sistemare e spolverare…

Ugo dice a Genny che non parteciperà al torneo ma la reazione del ragazzo è furiosa tanto che lascia la palestra per andare a dare una lezione a quei tre che l’hanno messo fuori gioco.

Andrea si sfoga con Guido sulla nuova mania di Arianna per la pulizia ma capisce subito che c’è lui dietro la trasformazione di sua moglie: adesso deve trovare un rimedio perché lui rivuole la sua vecchia Arianna.

Viola ascolta la trasmissione di Michele, così come Silvia e Giulia al Vulcano.

Ugo chiama Franco per dirgli che Genny si sta cacciando nei guai…

Maddalena arriva al Vulcano e dice a Giulia che vuole accettare il lavoro in lavanderia, se la proposta è ancora valida. La Poggi le dice allora che potrà cominciare già da domattina. La situazione però si fa piuttosto imbarazzante quando prima che le due donne vadano via, arriva anche Michele...

Guido prova a parlare con Arianna, provando a spiegarle che oltre ad essere una brava casalinga deve trovare il tempo per essere anche una buona moglie. Andrea che ha ascoltato tutto, esasperato, esce dalla camera di Guido e le chiede di smetterla: sembra posseduta!

Franco arriva appena in tempo per fermare Genny, nascosto fuori dalla palestra di Caruso e armato con una mazza: se davvero vuole dare una lezione a quei vigliacchi che hanno picchiato Ugo, deve aspettare domani. Ma se invece vuole farsi giustizia da sé, con lui allora ha chiuso.