Un posto al sole: riassunto episodio 20 marzo 2013
marzo 21, 2013
Michele rassicura Silvia in merito al suo amore per lei ma la compagna non trova il coraggio di confessargli di aver bevuto. Renato scopre che per tutto questo tempo non è stato Niko a scivergli quei messaggi affettuosi, bensì Manuela...

Un sicario, non lontano da Palazzo Palladini, studia la posizione e prende la mira con il suo fucile rivolto al viale che conduce al portone, e poi su Raffaele che, ignaro di tutto, è in cortile a prendersi cura delle sue piante...

Michele vuole davvero rassicurare Silvia e le dice che, sebbene abbiano entrambi commesso degli errori, adesso non devono nascondersi più nulla. Se vuole, smetterà anche di occuparsi di Maddalena e dimenticherà tutta questa storia ma non deve mai più dubitare del suo amore per lei perché lei e Rossella sono il centro della sua vita.

Niko si complimenta con Manuela per il regalo a suo padre. Poi la ragazza lo invita a rimettersi a studiare mentre lei continua a scambiarsi messaggi con Renato...

Mettendo un pò d'ordine tra le cose del compagno, Viola trova un album di fotografie di Eugenio ma anche una serie di articoli sulle stragi di mafia.

Renato arriva al Vulcano e scopre cha a mandargli messaggi e a rispondergli è sempre stata Manuela e non Niko. La ragazza prova a giustificarsi, ma Poggi è davvero deluso per la presa in giro: si sono divertiti alle sue spalle e non intende ascoltare le giustificazioni da parte di una ragazza che ha mentito fin dall’inizio.

Maddalena chiama Michele per dirgli che ha ripensato alle sue parole e alla proposta di lavoro di Giulia, che adesso intende accettare.

Al Vulcano, Niko prova a spiegare alla madre che né lui né Manuela volevano prendersi gioco di Renato e le chiede di parlargli per loro. Poi Giulia riceve una telefonata da parte di Maddalena e Silvia non può fare a meno di ascoltare...

Ornella e Raffaele si presentano a casa di Viola per farle una sorpresa ma soprattutto perché sentono molto la sua mancanza da quando non vive più con loro.

Giulia prova a spiegare a Renato che nessuno voleva prendersi gioco di lui: Niko gli vuole bene, e questo dovrebbe saperlo, ma anche Manuela: è stata lei a scegliere il regalo e, non avendo avuto mai un padre, è un po’ come se lo avesse adottato.

Mentre Teresa è al Vulcano per sapere come stia la figlia, Niko si accorge che manca una bottiglia di whiskey. Silvia, in agitazione davanti alla madre, dice di averla presa lei perché mancava dal bancone...

Renato arriva a casa Cirillo e, dato che non c’è Niko, ne approfitta per parlare con Manuela: vuole scusarsi con lei per essere stato brusco e per ringraziarla del regalo. La perdona, a condizione che non smetta di scrivergli dei messaggi...

Il boss Sannitaro in persona è con il killer a palazzo Palladini: ormai è solo una questione di tempo, da lì spareranno al giudice Nicotera non appena verrà a trovare i genitori della sua ragazza...