Touch: 1×09 “Musica degli astri”
maggio 16, 2012
La musica è intorno a noi come i legami familiari che ci avvolgono e ci tengono sempre connessi, non importa quanto ci allontaniamo, il filo che ci lega non si spezza! Nono episodio di Touch, “Musica degli astri”, trasmesso il 15 maggio su Fox! Siamo tutti connessi!

Il nono episodio di Touch, “La musica degli astri”, è stato uno dei più belli della stagione per via della presa di coscienza di Martin che il dovere di un vero padre è accettare il proprio figlio esattamente così come è.

All’inizio Martin spinge Jake a comunicare con le parole tramite il tablet, ma Jake preferisce utilizzare lo strumento per produrre una melodia particolare, attraverso dei numeri, che come sempre, ricorreranno per tutto l’episodio.

I momenti più intensi sono sempre quelli in cui Jake entra in contatto più diretto con gli atri, proprio perché sentiamo che si avvicina di più anche a noi. Quando guarda o prende una mano (come nel caso dell’uomo che divideva lo studio con Teller, o quando aiuta il fratello di Elliot a comunicare con il tablet) sembra per qualche secondo di poter vedere con i suoi stessi occhi, di riuscire a percepire quella connessione interna e nascosta che si annida dietro il dolore.

Forse Jake è proprio uno dei 36 giusti, uomini e donne che Dio ha messo sulla terra per riequilibrare il bene e il male, la gioia e il dolore. Finché loro saranno tra di noi, l’umanità avrà ancora delle speranze. Forse anche Amelia era una dei 36, ma qualcosa è andato storto e la ragazza ha subito dei danni al cervello per i troppi esperimenti condotti da Teller.

Un ago silenzioso e imperscrutabile della bilancia è Jake, che con semplici mosse giocate sulla scacchiera delle coincidenze e dei legami, toglie pesi dal piatto del dolore e della sofferenza e riesce ad aiutare Elliot e il fratello, che possono riavere un futuro e una famiglia (la zia è Yara, la donna amata dal musicista che vende la sua preziosa chitarra per aiutarla a salvare il suo locale).

Tutto trova la sua giusta collocazione, Yara, Elliot, la donna del negozio di strumenti. Sentiamo che è come se l’umanità avesse conquistato un altro giorno, come se il diritto di esistere, di amare, di sognare fosse stato riconfermato. Il dolore è il male sono stati allontanati ancora una volta, le parole non servono, basta un gesto e uno sguardo per cambiare le cose.

Se questo post ti è piaciuto e vuoi essere sempre aggiornato su tutte le novità delle migliori serie tv, seguici su twitter: @Tvpuntate e su Facebook: I Love Serie Tv