Titanic – Nascita di una leggenda: riassunto terza puntata del 6 maggio 2012
maggio 7, 2012
Ecco cosa è accaduto nella terza puntata della fiction di Rai Uno "Titanic - Nascita di una leggenda", in onda ogni domenica in prima serata. Protagonisti Alessandra Mastronardi e Kevin Zegers.

Dopo essere stato aggredito da Bernard Doyle, Mark (Kevin Zegers) affronta il padre Sean: come ha potuto tenergli nascosto che la sua ragazza aspettava un bambino? Ma sia lui che Siobhan hanno agito per il suo bene, perché non rinunciasse al suo futuro.

Il ragazzo si reca così presso l’Istituto di suore che ha ospitato la ragazza prima che morisse di parto e viene a sapere dalla madre superiora che solo la donna è morta, ma il neonato è sopravvissuto: Mark ha una figlia.

Come in seguito gli rivelerà un avvocato, lui non ha nessun diritto sulla bambina ormai, e che dopo otto anni sarà difficile rintracciarla, ma Mark gli chiede di fare ugualmente un tentativo.

Sofia (Alessandra Mastronardi), che vede crescere il suo interesse per Mark, capisce che il ragazzo le sta nascondendo qualcosa e si confida con Emily (Denise Cough), ma l’amica può solo metterla in guardia: se non lascia perdere questa storia, finirà per farsi del male.

Violetta (Valentica Corti) intanto, che ha perso il lavoro in fabbrica, trova un impiego in un pub e frequenta Conor McCann (Martin McCann). Il ragazzo, che ha perso il lavoro ai cantieri a causa di una rissa, verrà reclutato da un gruppo di uomini che combatte per l’indipendenza dell’Irlanda dall’Inghilterra.

Nel frattempo, l’Olimpic, l’altra nave della RMS, ha un incidente a largo di Southampton e viene portata ai cantieri Harland & Wolff perché venga riparata nel più breve tempo possibile.

Per lavorare contemporaneamente alle due navi, l’Olimpic e il Titanic, Lord Pirrie (Derek Jacobi) e Thomas Andrews (Billy Carter) sono costretti ad assumere nuovo personale non specializzato. Questo causa malcontento tra gli operai che, lavorando con gente inesperta, vedono la paga giornaliera diminuire perché pagati a cottimo. Guidati da Michael McCann (Branwell Donaghey) gli operai incrociano le braccia e dichiarano lo sciopero.

Nel frattempo Lord Pirrie e Andrews scoprono che Mark ha mentito in merito alla sua identità, ma comprendono le sue ragioni e decidono di mantenere il segreto. Il giovane ingegnere metallurgico studia così da vicino l’Olimpic e propone una soluzione: costruire le navi con un doppio scavo.

Lord Pirrie chiede inoltre a Muir di organizzare per lui un incontro con Michael McCann, dato che non può farlo alla luce del giorno e davanti al Consiglio. Sarà Sofia ad intercedere per Mark con Michael, che accetterà l’incontro in privato con il capo dei cantieri: Lord Pirrie accoglie tutte le richieste degli scioperanti e in cambio vuole che gli operai specializzati istruiscano gli altri per recuperare il tempo perso.

Ashley, promesso sposo di Kitty Carlton (Ophelia Lovibond), indaga su richiesta di Sir Henry Carlton (Ian McElhinney) su Mark e scopre che l’Università di Londra non ha mai conferito un dottorato a Mark Muir: dunque o è un impostore o ha mentito sulla sua identità.

Lord Pirrie intanto ritiene valida la proposta di Mark di costruire un doppio scafo al Titanic, sebbene questo aumenti i costi e i tempi di produzione, e sottoporrà la questione al Consiglio.

Mark e Sofia, sempre più innamorati, decidono di trascorre una notte insieme lontani da Londra, approfittando dell’assenza del padre Pietro (Massimo Ghini).

Il Consiglio della Harland & Wolff, guidato da Sir Henry Carlton, però non ha nessuna intenzione di prendere in considerazione la proposta di un impostore e per di più cattolico. Così, malgrado la ritenga una enorme perdita, Lord Pirrie, davanti all’intero Consiglio, mette fine alla collaborazione di Mark con la Harland & Wolff.

Sofia, che era all’oscuro di tutto, viene così a conoscenza della vera identità di Mark.

Per non perdere il filo, leggi i riassunti delle puntate precedenti.

Se questo post ti è piaciuto e vuoi essere sempre aggiornato su tutte le novità delle migliori serie tv, seguici su twitter: @Tvpuntate e su Facebook: I Love Serie Tv