Titanic – Nascita di una leggenda: riassunto quarta puntata 13 maggio 2012
maggio 14, 2012
Mentre Mark vuole ritrovare sua figlia, Sofia è stanca di Belfast e gli propone di lasciare la città insieme. Michael si candida per il partito Laburista, ma sarà costretto ad andare via, mentre Emily viene arrestata.

Sofia (Alessandra Mastronardi) trova il coraggio di affrontare Mark (Kevin Zegers): perché ha mentito anche a lei? Il ragazzo le racconta allora come sono andate le cose: ha lasciato Belfast per costruirsi un futuro altrove, ma non sapeva che la sua ragazza fosse incinta.

Emily (Denise Gough), che ha perso il lavoro per un diverbio con Eddie Hutton, propone a Michael (Branwell Donaghey) di candidarsi alle elezioni per il Partito Laburista.

Mark incontra l’avvocato Gordon: non può fare nulla per aiutarlo nella ricerca di sua figlia.

JP Morgan (Chris Noth), Ismay e la giornalista Joanna Yaegar (Neve Campbell) sono a Belfast: è necessario rassicurare il lettori circa la sicurezza delle navi RMS. Morgan, a tal proposito, chiede di parlare con Muir, venendo così a sapere che è stato licenziato per motivi religiosi. Il magnate americano chiede di vederlo ugualmente e, grazie al suo intervento, Mark riprenderà il suo posto ai Cantieri con il compito di trovare un’altra soluzione che sostituisca quella del doppio scafo, troppo costosa e in ritardo per essere applicata al Titanic.

Sofia chiede a Mark di non mentirle mai più ed esorta il ragazzo a cercare la figlia: conosce il giorno e il posto in cui è nata e può partire da lì. Ma il primo tentativo fallisce.

Mark trova una soluzione per aumentare la sicurezza delle navi: alzare le paratie stagne fino al livello del ponte superiore. Se Thomas Andrews (Billy Carter) è entusiasta della proposta, Lord Pirrie (Derek Jacobi) sa che questa soluzione, pur essendo più economica e facile da realizzare, incontrerà resistenze da parte di Ismay e di Morgan.

Asley raggiunge Kitty (Ophelia Lovibond): circolano pettegolezzi riguardo ad una sua presunta relazione con Muir. La ragazza non smentisce anzi lo provoca. Più tardi Asley annullerà il suo matrimonio con la giovane Carlton.

Si avvicinano le elezioni generali e Sofia ed Emily partecipano ad una riunione delle suffragette, presieduta da Lady Pirrie, per protestare contro la loro esclusione dal voto.

Joanna chiede a Mark di intervistarlo in merito all’incidente dell’Olimpic.

Mentre Conor (Martin McCann) è impegnato lontano da Belfast con il gruppo di combattenti per l’Irlanda indipendente e cattolica, Violetta (Valentina Corti) scopre di essere incinta.

Henry Carlton (Ian McElhinney) affronta sua figlia Kitty: o chiede scusa ad Asley e salva la reputazione della sua famiglia o è costretto a diseredarla e ripudiarla.

Mentre Micheal decide di candidarsi per il partito Laburista, Hutton è il candidato dei conservatori, sostenuto da Carlton.

Sofia va a trovare Lady Pirrie e le confessa la sua voglia di studiare. La donna si offre di scrivere per lei al Rettore dell'Università di Londra.

Durante la campagna elettorale, la polizia ostacola le attività di Michael. Emily protesta con uno dei poliziotti e viene arrestata. Sofia, sconvolta, corre da Mark: è stanca di tutto questo e di Belfast, vuole andare via. Ma Mark deve trovare prima sua figlia, ovunque sia.

Mark manda l’avvocato Gordon ad aiutare Emily, ma il giorno dell’udienza il giudice decide di trattenerla in carcere fino al processo.

Mark viene convocato da Ismay e Lord Pirrie. I due si complimentano con lui per l’intervista rilasciata alla Yaegar, ma Mark non è d’accordo, quelle non sono parole sue: non ha mai parlato di nave inaffondabile. Inoltre viene a sapere che sia Ismay che Morgan, come aveva previsto Lord Pirrie, non hanno approvato la sua proposta di alzare le paratie stagne.

Kitty decide di non cedere al ricatto del padre e di lasciare Belfast alla volta di Londra, ma prima di partire saluta Mark.

Alle elezioni vince Hutton, sebbene Michael ottenga un ottimo risultato. Quella sera stessa però verrà aggredito e costretto a lasciare Belfast per il bene della sua famiglia.

Il giorno dopo la vittoria del partito conservatore, Lord Pirrie, da sempre sostenitore del Partito Liberale, vuole parlare al Consiglio, chiedendo ai membri di mettere da parte le loro divisioni politiche per portare a termine la costruzione del Titanic, che per lui rappresenta un simbolo di unità.

Lady Pirrie convoca Sofia: è stata ammessa all’University College di Londra. La ragazza si precipita da Mark: è la loro occasione di lasciarsi il passato alle spalle. Ma Mark ha un’altra priorità adesso, ovvero quella di trovare sua figlia.

Per non perdere il filo, leggi i riassunti delle puntate precedenti.

Se questo post ti è piaciuto e vuoi essere sempre aggiornato su tutte le novità delle migliori serie tv, seguici su twitter: @Tvpuntate e su Facebook: I Love Serie Tv