The Walking Dead: riassunto “La linea del fuoco”: finale di stagione trasmesso il 19 marzo
marzo 25, 2012
La zombie-serie, "The Walking Dead", termina in bellezza la seconda stagione. L'episodio "La linea del fuoco" rivela alcune novità circa la prossima stagione, già in corso di lavorazione.
The Walking Dead ha terminato in bellezza la seconda stagione. Un finale straordinario. Un successo indiscusso: tanto da ottenere un ascolto pari a 10 milioni di telespettatori. In quest’ultima puntata, “La linea del fuoco”, vengono gettate le basi per la terza stagione, svelando alcune novità. La puntata inizia con un flashback che riporta l’attenzione alla mandria di zombie che si dirigeva in direzione della fattoria, attirati dallo sparo di Carl. Inizia l’azione, quella vera. La sopravvivenza, questa volta, è evidente, in quanto i superstiti sono in netta minoranza. Rick e Carl riescono a salvarsi nel fienile, messi in salvo da Jimmy che ci rimette la vita. Hershel combatte fino all’ultimo, tento a salvare la propria casa, la quale ha rappresentato l’unica ancora di salvezza, tenendo ancora vivi, in qualche modo, i ricordi della sua vita. Intanto c’è il fuggifuggi. In questo scenario desolante, ricco di fiamme e spari, spicca Andrea, la quale nella prima stagione aveva deciso di farla finita ed ora si ritrova a lottare per tenersi cara la vita. Senza dubbio, un personaggio di gran rilievo. I protagonisti si ritrovano sull’autostrada, la stessa da dove ha avuto inizio la fuga. Quale sarà la prossima destinazione? In quale posto potranno trovare un pò di pace? Rick, nel frattempo, rivela ai suoi compagni il segreto del dottor Jenner. Tutti sono infetti. La metamorfosi in zombie non avviene per mezzo del morso, ma alla morte dell’individuo. Una verità assolutamente dura da digerire, creando sconforto tra il gruppo. Un’ulteriore rivelazione è l’uccisione di Shane. La notizia crea confusione, soprattutto alla moglie Lori, la quale si allontana, persino, alla carezza del marito. Com’è possibile? Proprio lei ha fatto di tutto per mettere contro i due uomini, nonchè colleghi e migliori amici. La morte di Shane è solo una conseguenza delle sue azioni. Rick, così, si ritrova col dito puntato da parte di tutti. Gli è stato imposto un ruolo difficile da gestire, perchè essere un leader, soprattutto in questi casi, è una missione ardua. Un finale ricco di fatti inaspettati: Rick inizia a dettare legge, c’è l’ingresso di Michonne, una sorta di samurai, e soprattutto, notiamo inquadrata una nuova location, la prigione. Sarà lì che i nostri personaggi cercheranno rifugio? Purtroppo per saperlo ci tocca aspettare il prossimo autunno. Possiamo dire con certezza che la serie è attualmente una delle migliori nel mondo televisivo. Ben studiata. Capace di tenerci incollati, per quei quaranta minuti, davanti allo schermo. Il lunedì è un giorno poco amato, perchè si rinizia la settimana e soprattutto la routine lavorativa. Ma per noi, fan accaniti di The Walking Dead, assumeva un carattere meno angosciante, perchè ogni lunedì, c'era l'appuntamento fisso con una nuova puntata della zombie-serie. Non ci rimane che attendere (con ansia) la terza stagione!