The River: critiche e riassunto del terzo episodio “Los Ciegos” trasmesso il 15 marzo
marzo 16, 2012
The River: terza puntata " Los Ciegos" mandata in onda ieri sera su Fox. I protagonisti incontrano nuovi ostacoli come i Morcegos: una tribù che fa di tutto per salvaguardare la proprio terra.
Sapevamo, fin dall’esordio di The River, che dietro alla serie paranormal c’era il nome di Oren Peli, ma soprattutto il film che lo ha reso noto, Paranormal Activity. Ma diciamo pure che di paranormale non sembra ci sia molto nella serie televisiva che ha prodotto. Inoltre non viene istintivo chiudere gli occhi nel momento in cui appare un fantasma dall’inquietante Rio delle Amazzoni, come di solito accade spontaneo fare in un film horror, invece qui scappa anche una risata. Ciò è confermato nel terzo episodio “Los Ciegos”, andato in onda ieri sera su Fox. I protagonisti continuano ad esplorare la Foresta Amazzonica, con la speranza di ritrovare il dottor Emmett, ma questa volta si imbattono in un nuovo pericolo: i Morcegos, una tribù che stabilisce chi può oltrepassare la loro terra e chi invece dovrà fare una brutta fine. Così tutti i personaggi, tranne AJ, iniziano ad essere accecati dopo essere entrati in un caverna caratterizzata da occhi luminosi attaccati al soffitto: accendono un faro davanti gli occhi dei pipistrelli, i quali abitano la grotta, ed ecco che si son fregati con le loro stesse mani. Questo fa sì che, per quanto ci possa stare l’idea della cecità, sembra molto strano che i soli a testimoniare ciò che accade siano le sole telecamere e ovviamente il cameramen AJ. A mio avviso, tutto ciò è alquanto banale. Sembra che la parte più singolare diventi quella che gli occhi di AJ vedono, soprattutto quando Lena e Kurt diventano anch’essi ciechi e lui pensa bene di lasciarli al loro tragico destino. Un gesto sicuramente egoista, ma come già sappiamo d’altronde, basti pensare alla zombie-serie “The Walking Dead”, quando c’è in gioco la propria sopravvivenza, beh.. non ci pensi molto a salvaguardarti le “chapette”. Ovviamente come si conclude l’episodio? Tutti tornavo a vedere (forse anche meglio di prima) e la tribù concede la grazia divina per proseguire il cammino.