Squadra antimafia – Palermo oggi 4: riassunto quinta puntata 15 ottobre 2012
ottobre 16, 2012
Claudia Mares muore a seguito dell'esplosione e Rosy Abate collabora con Domenico Calcaterra per trovare i suoi assassini. Ecco cosa è successo nella quinta puntata di Squadra antimafia - Palermo oggi 4.

Dopo l'esplosione, Claudia Mares (Simona Cavallari) giace a terra. Rosy (Giulia Michelini) le si avvicina ma fa solo in tempo a dirle addio: la donna muore e l'Abate scappa via in lacrime prima dell'arrivo della polizia.

Adesso Ilaria (Serena Iansiti) possiede la lista ma il suo avvocato si tira fuori: non doveva morire un poliziotto.

Domenico (Marco Bocci), seppur distrutto per la morte di Claudia e del loro bambino, non ha intenzione di tornare a casa: vuole capire e trovare chi ha messo la bomba.

Anche Dante (Andrea Sartoretti), Armando (Massimo De Santis) e De Silva (Paolo Pierobon) vogliono scoprire chi è stato a precederli: con chi può aver parlato l'Abate?

Ilaria contatta Nerone, il killer che ha ucciso Serino: ha un lavoro per lui e più soldi di quanti ne abbia mai visti.

Dalle registrazioni delle videocamere, Calcaterra, Palladino (Ludovico Vitrano), Leone (Greta Scarano) e Pietrangeli (Giordano De Plano) scoprono che anche De Silva e Armando erano lì. Qualcuno è arrivato prima di tutti loro. Chi?

Ilaria e Nerone si presentano da Parrini, il cassiere del Comitato che compare nella lista, e che aveva dato i soldi a Rosy per lasciare l'Italia, e lo uccidono. Per la ragazza non si tratta solo di affari ma è anche una questine personale. La Duomo intanto arriva a casa di Parrini: è lui che Rosy ha chiamato da un cellulare rubato.

Giovanni Consolo, Rosario Marra, Immobiliare Sangro, Antonio Indovina: a loro Ilaria manda dei pezzi della scacchiera presi a casa del Cassiere: è un segnale di pericolo e i capi devono rientrare a Palermo per riunire il Comitato.

I Mezzanotte indagano su Parrini che sembra essere morto per mano di Rosy. O forse, come suggerisce De Silva, aveva a che fare con la lista e c’è chi già sta facendo pulizia.

Domenico trova Rosy a casa sua: vuole prendere chi ha ucciso Claudia e parlerà solo con lui. Calcaterra decide di ascoltarla: Rosy le dice quello che sa del Comitato e che Parrini aveva un contatto in carcere, Angelo D’Urso, conosciuto come il Contadino.

Ma ci arriva prima Armando Mezzanotte con i suoi uomini e D'Urso muore.

Nel frattempo Ilaria si prepara per la riunione del Comitato, ma grazie al cellulare di D’Urso anche la Duomo ha una traccia adesso: una telefonata da Algeri. Con pochissimo in mano, Calcaterra chiede a Pulvirenti il permesso di agire, nascondendo la collaborazione dell'Abate.

Il Comitato si riunisce a Ciaculli per nominare un nuovo cassiere e trasferire i soldi in un nuovo conto. Quando l’operazione è conclusa, gli uomini assoldati da Ilaria entrano in azione e costringono il cassiere a trasferire i seicento milioni di euro su un conto indicato da lei, per poi uccidere tutti.

Nerone e Ilaria sospettano che Rosy stia aiutando Calcaterra. Intanto alla Duomo, Palladino e Pietrangeli, su suggerimento di Domenico, indagano per scoprire chi erano i componenti del Comitato. I due scoprono l'identità di uno dei quattro boss, Sangro, ma Sandro sospetta che Calcaterra stia nascondendo loro la sua fonte e convince Gaetano e Francesca ad andare a casa di Domenico.

Nerone scopre che Rosy è a casa di Calcaterra e Ilaria gli ordina di ammazzarla. Intanto Domenico le dice di Sangro: era un amico di suo padre ma per l'Abate è da escludere che anche lui fosse nel comitato.

Mentre parlano, Nerone spara. Pietrangeli, appena arrivato, riconosce il killer e lo segue in spiaggia, Gaetano e Francesca si precipitano a cercare Domenico in casa.

Leggi le trame delle puntate precedenti!

Guarda le foto del cast!

Se questo post ti è piaciuto e vuoi essere sempre aggiornato su tutte le novità delle migliori serie tv, seguici su twitter: @Tvpuntate e su Facebook: I Love Serie Tv