Spartacus La Vendetta: 2×10 – “L’ira degli dei”
luglio 19, 2012
Un finale di stagione incredibile, l'ira degli dei dell'arena si è abbattuta sui romani, mentre si è manifestata con tutta la sua crudeltà la follia di Lucrezia. Tutti hanno avuto la loro vendetta.

Il 18 luglio è andata in onda l'ultima puntata di Spartacus La Vendetta, dal titolo “L'ira degli dei”, nella quale tutti i conti sono stati saldati ed è stata placata, almeno per un po', il bisogno di vendetta dei ribelli.

Vendetta e morte, giustizia e perdita, questi sono stati i poli opposti e complementari che hanno regolato l'episodio, uno dei migliori della stagione, che si guadagna a pieno titolo il primo posto.

Dopo una magistrale fuga dal Vesuvio e l'attacco alla villa dove si erano insediati i romani, Spartacus riesce a conficcare la spada nella pancia di Glabro, vendicando la moglie e le offese subite, tra il giubilo dei ribelli.

Ma per ogni gioia c'è un dolore, infatti, poco prima Mira è caduta in combattimento, un'altra perdita che ha riempito ancora più d'odio il cuore del trace. Le perdite sono ingenti, anche Enomao cade tra le braccia di Gannicus.

Anche Nevia ha ottenuto la sua vendetta, uccidendo il viscido persiano Asciur. La scalata al potere e ad uno status migliore ha causato ad Asciur una caduta rovinosa.

In seno a quella follia che solo il dolore più profondo può donare, Lucrezia ha ottenuto la vendetta e il riscatto più grande.

Strappato dal ventre di Ilizia, porta con sé fino al bordo di un precipizio il bambino, che sappiamo essere di Spartacus.

Pensando a ciò che le è stato negato, si getta nell'abisso, stringendolo al suo petto, per donare, nell'oltretomba, l'erede che non aveva potuto dare a Battiato.

Guarda la foto gallery di Spartacus! Se questo post ti è piaciuto e vuoi essere sempre aggiornato su tutte le novità delle migliori serie tv, seguici su twitter:@Tvpuntate e su Facebook: I Love Serie Tv