L’olimpiade nascosta: riassunto prima puntata 27 maggio 2012
maggio 28, 2012
Mario Sallusti è un prigionierio di un campo di lavoro in Polonia. L'uomo trova un bambino ebreo, Joel, e lo affida alle cure di Kasia. All'interno del campo, intanto, i prigionieri, guidati da Alex, decidono di organizzare di nascosto dai nazisti i giochi olimpici, per difendere la loro identità e dignità di esseri umani.

Polonia, 1944. Mario Sallusti (Alessandro Roja) e Vittorio Mancini (Andrea Bosca) sono due soldati italiani, prigionieri di guerra. Entrambi si rifiutano di combattere per la Germania e vengono deportati in un campo di lavoro per ricostruire strade e ferrovie, distrutte dai bombardamenti russi.

Durante il suo primo giorno di lavoro, a causa di un incidente alla cabina elettrica, Mario conosce Kasia (Cristiana Capotondi).

Il giorno seguente Mario trova un bambino ebreo, Joel, che la madre ha lasciato cadere da un camion diretto ad un campo di sterminio sperando di salvargli così la vita. Mario bussa alla porta di Kasia, chiedendole di tenerlo con lei.

Al campo, sorpresi dalle guardie mentre si disputa un incontro di boxe, tutti i prigionieri vengono costretti a passare la notte in piedi e al freddo. La mattina seguente Mario viene condotto dal comandante Weber (Marek Vasut) per un incontro: vuole che si alleni con lui.

Alex (Gary Lewis), un prigioniero inglese, d’accordo con Vittorio, propone a Mario e agli altri prigionieri di disputare le olimpiadi di nascosto, ma Mario non ci sta.

Mentre Mario decide di allenarsi con il capitano Weber in cambio di cibo, Kasia, pur avendo scoperto che il bambino è ebreo, si prende cura di Joel.

Alex e gli altri prigionieri intanto si danno da fare per organizzare la XIII olimpiade: le discipline scelte saranno i 500 metri, il lancio del peso, la pallavolo, il salto in alto ed il ciclismo.

Tra Kasia e Mario intanto inizia una storia d’amore ed entrambi si affezionano al bambino. Ma per essersi allontanato dal suo posto di lavoro e aver picchiato due soldati, Mario viene punito dai tedeschi e viene sostituito da un altro prigioniero negli allenamenti con Weber.

I prigionieri cominciano ad allenarsi per le varie discipline di nascosto dai tedeschi e anche Mario decide di partecipare alle olimpiadi.

I partigiani intanto chiedono aiuto a Kasia: hanno bisogno di qualcuno che entri nel campo per loro.

Ian, uno dei prigionieri tenta di fuggire, ma Mario e Alex riescono a fermarlo: se uno di loro fugge, i tedeschi ne uccidono dieci.

Mario pensa a Kasia e a Joel come alla sua famiglia e progetta di portarli in Italia.

Grazie all’aiuto dei partigiani, un prigioniero inglese dei servizi segreti riesce a fuggire dal campo. Per punirli, Weber sceglie dieci tra i prigionieri e tra di loro Mario.

Intanto Eric, l’ex fidanzato di Kasia, torna dal fronte e si presenta a casa sua: ha lasciato l’esercito ed è stato il pensiero di lei a tenerlo in vita. Ma per Kasia non c’è più una storia tra di loro e non può restare da lei, dato che i tedeschi gli daranno la caccia.

Nel frattempo Kasia torna al campo e vede il plotone di esecuzione e i dieci prigionieri in fila per essere giustiziati. Ma è solo una messa in scena: il fuggitivo questa volta è stato preso, ma la prossima volta non andrà così. Ma la ragazza, che da fuori il campo sente i colpi di fucilke, crede ormai che Mario sia morto.

Eric torna a trovare Kasia e tenta di violentarla ma arriva Mario appena in tempo e, durante lo scontro, Eric muore. I due lo seppelliscono in giardino.

Ma ecco il momento di dare il via ai giochi olimpici: gli atleti pronunciano il giuramento e accendono la fiamma. La prima gara è la pallavolo, Francia contro Norvegia.

La polizia militare intanto si presenta a casa di Kasia: stanno cercando Eric. Il cane li porta in giardino, ma si ferma quando trova un bottone della divisa. Nel frattempo però l’altro soldato trova Joel, nascosto in cantina.

Al campo, i soldati tedeschi entrano nel capannone dove si sta svolgendo la partita e fermano tutto.

Se questo post ti è piaciuto e vuoi essere sempre aggiornato su tutte le novità delle migliori serie tv, seguici su twitter: @Tvpuntate e su Facebook: I Love Serie Tv