Le tre rose di Eva: riassunto settima puntata 16 maggio 2012
maggio 17, 2012
Aurora è stata finalmente scagionata dalla testimonianza di Monsignor Krauss e Alessandro è deciso più che mai a far luce su quanto accaduto otto anni prima per chi sia il vero assassino del padre.

Aurora (Anna Safroncik), Alessandro (Roberto Farnesi) ed Edoardo (Luca Capuano) sono in tribunale: la testimonianza di Krauss davanti al giudice scagiona definitivamente Aurora, il processo sarà riaperto ed è stato emesso un mandato di cattura per il maresciallo Corti.

Così Alessandro le chiede perdono, ma per Aurora è troppo tardi per avere rimorsi.

Ruggero (Luca Ward) parla ai “fratelli”: Aurora è stata scagionata e il Maresciallo è ancora libero: il loro segreto non è più al sicuro.

Alessandro, deciso a scoprire l’assassino del padre, continua ad indagare e scopre dove si trova la casa che Luca aveva acquistato per lui ed Eva (Barbara De Rossi).

Livia (Fiorenza Merchegiani) chiede a Ruggero se sia stato lui a uccidere Riccardo: è stato Corti, lui non le avrebbe mai fatto una cosa del genere e non ha mai ucciso nessuno, lei può dire lo stesso?

Alessandro si introduce nella villa sul mare e porta via degli oggetti appartenuti a Eva per darli ad Aurora: Luca la stava nascondendo, voleva proteggerla ma non sa da chi.

Monsignor Krauss muore avvelenato e l’uomo di Camerana inscena un suicidio.

Alessandro affronta sua madre: sapeva di Eva? Si, gli risponde Livia, ma cosa vuole sentirsi dire? Che ha ucciso lei suo padre? Più tardi Elena (Licia Nunez) prende dei calmanti, ma rivive una scena in cui qualcuno butta nella vasca dei vestiti sporchi di sangue.

Alessandro chiede ad Aurora di raccontargli tutto ciò che ricorda di quei giorni prima del suo arresto e della sera dell’omicidio: l’assassino era ancora lì quando lei è arrivata e ha trovato Luca per terra. Ma arriva Edoardo e li trova abbracciati.

Bruno (Francesco Arca) e la figlia sono ospiti a Primaluce. Intanto Ruggero manda un sollecito di pagamento alle Taviani: sono in ritardo con la prima rata.

Elena chiede scusa a Bruno, ma lui non vuole avere più niente a che fare con lei e queste parole non fanno che accrescere la rabbia della ragazza.

Viola (Victoria Larchenko) raggiunge suo padre: sta male, non sopporta più questa ossessione di Alessandro per Aurora. Il padre le propone di andare via da quell’uomo, come pensa di tenerlo legato a lei ora che la Taviani è innocente?

Aurora vuole vedere la villa di Luca e Eva ed Edoardo si offre di accompagnarla. Nel frattempo però, tra le cose della madre, Aurora trova un vecchio rullino fotografico.

Bruno e Tessa (Giorgia Wurth) passano la notte insieme, ma per la ragazza finisce lì, non vuole fargli del male.

Con la nonna Ottavia (Paola Pitagora), Aurora guarda le foto, ma la maggior parte sono buie, l’unica cosa che riescono a vedere è un bassorilievo con tre rose. Così rimanda la visita alla villa con Edoardo e va da Alessandro per mostrargli le foto.

Mentre Viola scopre di essere incinta, Edoardo dice ad Aurora di amarla: è un uomo migliore con lei.

Corti (Edoardo Sylos Sabini) chiama Alessandro: sa chi ha ucciso suo padre e glielo dirà, ma non deve avvertire la polizia e vuole due milione di euro. Ha ucciso lui Riccardo, ma quell’omicidio faceva parte di un gioco più grande. Inoltre gli dirà anche di Eva.

Elena dice ad Edoardo che Alessandro vuole scoprire la verità, ma potrebbe non piacergli: tutto quello che lei ha fatto lo ha fatto per loro, per i suoi fratelli.

Tessa deve dare a Ruggero un messaggio di Laura ma non fa in tempo: hanno saputo dove è Corti e hanno poco tempo prima che intervenga la polizia.

Alessandro si prepara per l’incontro con Corti, mentre Elena immagina di spingerlo giù dalle scale: cosa nasconde? Livia gli dà delle gocce, ma Elena è stanca di proteggerla: è stata lei a uccidere Luca.

Alessandro è con l’avvocato Scilla e riceve una chiamata anonima: è Corti e gli dà delle istruzioni da seguire. L’avvocato immagina che sia il maresciallo, ma Alessandro esce senza dargli spiegazioni.

Bruno si presenta a casa di Ruggero e chiede a Tessa di andare via con lui, ma la ragazza stronca subito il suo entusiasmo e lo manda via. Ma Bruno ci ripensa e sfonda la porta, ma perde la foto della figlia che conservava nella giacca.

Scilla sta seguendo Alessandro e avverte Ruggero. Lui e il suo uomo arrivano prima che Monforte possa incontrarlo e uccidono Corti. Alessandro insegue l’assassino, ma Ruggero lo investe con la sua auto e lo lascia a terra privo di sensi.

Per non perdere il filo, leggi i riassunti delle puntate precedenti.

Se questo post ti è piaciuto e vuoi essere sempre aggiornato su tutte le novità delle migliori serie tv, seguici su twitter: @Tvpuntate e su Facebook: I Love Serie Tv