Le tre rose di Eva: riassunto prima puntata 4 aprile 2012
aprile 6, 2012
Ecco la trama della prima puntata di "Le tre rose di Eva", la nuova fiction di Canale 5 in onda mercoledì 4 aprile. Protagonisti Roberto Farnesi e Anna Safroncik.

Villalba, 2004. Alessandro Monforte (Roberto Farnesi) trova il cadavere del padre Luca e riesce anche a fermare l’assassino: è Aurora (Anna Safroncik), la donna che ama.

La ragazza viene arrestata e condannata. Come più tardi spiegherà l’avvocato Scilla ad Alessandro, la ragazza era sul luogo del delitto, era sporca di sangue e aveva un movente, come dimostra un messaggio lasciato nella segreteria di Luca Monforte in cui Aurora lo accusa della scomparsa di Eva, sua madre (Barbara De Rossi).

Aurora sconta otto anni della pena prima di tornare libera ed è da qui che prende il via la narrazione. Ad aspettarla fuori dal carcere c’è la sorella Marzia (Karin Proia) che vorrebbe portarla a Firenze, ma Aurora vuole tornare a casa, a Primaluce.

Lì ad aspettarla ci sarà solo la nonna Ottavia (Paola Pitagora) perchè Tessa (Giorgia Wurth) è andata a vivere a Roma. Primaluce, la tenuta di famiglia, è in declino e la famiglia è piena di debiti: dal giorno della sua condanna il paese ha voltato loro le spalle e non sono più riusciti a riprendersi. Ma Aurora non si scoraggia e va a cercare Riccardo Monforte (Kaspar Capparoni), il parroco del paese, che le è sempre stato accanto e ha creduto nella sua innocenza.

Chi invece non le crede sono gli altri Monforte: Alessandro, Elena (Licia Nunez) ed Edoardo (Luca Capuano). I tre ricevono dall’avvocato la notizia della sua scarcerazione e vanno su tutte le furie, ma sarà compito di Alessandro allontanare per sempre Aurora da quelle terre.

Dopo averle offerto dei soldi, mentito ai carabinieri sulla tentata violenza da parte di Edoardo e cercato di umiliarla dicendole che adesso sta con Viola Camerana (Victoria Larchenko) e che lì per lei non c’è più posto, Alessandro si reca in banca per sollecitare gli impiegati ad esigere il debito dei Taviani: non potendolo pagare, le donne saranno costrette a vendere a lui e ad abbandonare quelle terre.

Ma Riccardo Monforte è dalla parte di Aurora e per aiutare lei e la sua famiglia convince Cesare Sommariva, piccolo imprenditore e rivale dei Monforte, a pagare il loro il debito. Primaluce è per il momento salva.

Tessa, convinta che con il ritorno della sorella a Villalba avrebbero venduto la tenuta, si scontra con Aurora e con Marzia anche a causa della scomparsa della madre: per Tessa, Eva è ancora viva e tornerà quando sarà di nuovo nei guai. La loro madre passava di uomo in uomo, lasciandole crescere da sole ma tornava ogni volta che le cose le andavano male. E Luca Monforte era uno di quegli uomini.

Aurora riceve delle telefonate anonime e in cui nessuno parla. La ragazza pensa (e spera) che sia la madre, ma è Angela Corti, la moglie del Maresciallo, fuggita dall’ospedale psichiatrico in cui era rinchiusa.

Cosa nasconde la donna? Cosa ha da dirle? Perché Ruggero Camerana (Luca Ward) e gli altri membri, tra cui l’avvocato Scilla e il maresciallo Corti, di quella che sembra un’organizzazione segreta, temono che la donna arrivi ad Aurora? Chi ha ucciso Luca Monforte? E che fine ha fatto Eva?

L’appuntamento è per mercoledì 11 aprile, in prima serata, su Canale 5.