Il socio: riassunti episodio 1×01 “Un’associazione” del 20 aprile 2012 su AXN
aprile 23, 2012
Dopo un’anteprima di qualche mese fa, è stata trasmessa la prima puntata della serie di Lukas Reiter, Il socio, tratto dall’omonimo libro di John Grisham, adesso produttore esecutivo. Un legal-thriller che tiene con il fiato sospeso dall'inizio alla fine.

In questo episodio, dal titolo "Un'associazione", molto ben costruito e bilanciato, iniziamo a farci un’idea del protagonista, Mitch McDeere. Ottimo e stimato avvocato, tra i primi al suo corso, e uomo giusto intenzionato a far prevalere la giustizia e a non cedere compromessi che ledano la propria autonomia.

Dopo dieci anni passati sotto la protezione testimoni, McDeer e la sua famiglia decidono di ritornare a casa, e vivere una vita tranquilla per la serenità della figlia. Infatti, la piccola Claire ha bisogno di stabilità e di farsi degli amici, senza più vivere con la paura di dover scappare.

Il boss che aveva aiutato a incastrare è morto da poco in prigione, ma il figlio, che fino a poco tempo prima era rimasto ai margini, ha preso il suo posto come guida della famiglia mafiosa, quindi per Mitch il pericolo è in agguato. La mafia sembra intenzionata a vendicarsi.

Mitch, insieme al fratello Ray, ex carcerato, e alla fidanzata Tammy, aprono uno studio legale tra mille problemi, i soldi scarseggiano e le risorse per chiudere i casi spesso mancano. In compenso, Mitch ha per le mani una grossa causa che vede coinvolta un’azienda che ha prodotto valvole cardiache difettose.

A Mitch vengono affidate dal giudice altri due assistiti, una donna che è accusata di un omicidio e un ragazzo sedicenne che ha accoltellato un suo coetaneo, uccidendolo.

L’avvocato McDeer riesce a convincere il giudice a giudicare il giovane come un ragazzo e, con l’aiuto di Ray, impedisce che il padre del ragazzo morto commissioni l’omicidio del l’assassino del figlio.

Non solo la mafia minaccia il protagonista, infatti, uno studio legale dalla doppia faccia, Kinross & Clark, convince Mitch a unirsi a loro per avere più risorse. Comunque, Mitch riesce a mantenere molta autonomia e la possibilità di utilizzare il proprio staff e gli uffici.

Mitch crede che lo studio voglia accaparrarsi una fetta del caso delle valvole cardiache. In realtà, veniamo a sapere che la fondatrice dello studio, Alex, accetta le sue condizioni  solo per riuscire a controllare il caso dell’omicidio di una donna di cui è accusata una ragazza che si dichiara innocente, di cui si occupa MItch.

Alex teme che Mitch possa arrivare a scoprire dei segreti che potrebbero danneggiare i membri dello studio, spedendoli in prigione, quindi ha intenzione di tenerlo lontano dalla soluzione del caso.

Se questo post ti è piaciuto e vuoi essere sempre aggiornato su tutte le novità delle migliori serie tv, seguici su twitter: @Tvpuntate e su Facebook: I Love Serie Tv