Centovetrine: riassunto puntata venerdì 26 aprile 2013
aprile 26, 2013
Vi siete persi la puntata di Centovetrine di oggi? Ecco cosa è successo!

Carol non crede alla storia di Vinicio: lui conosceva sua madre? E perché avrebbe dovuto uccidere un uomo per difenderla? Corradi però non le dice di più e la Grimani va via.

Margot chiama Carmen per avere notizie di Jacopo e viene a sapere che tra Laura e Sebastian è finita.

Nel frattempo Castelli aspetta Diana nel suo ufficio e le dice che Jacopo è stato arrestato e che devono trovare il modo di aiutarlo. La ragazza chiede a Sebastian di prendere la guida della holding perché adesso il suo unico pensiero deve essere suo marito.

Ivan incontra Oriana in carcere per assicurarsi che vada tutto bene.

Viola informa Laura dell’arresto di Jacopo ma la donna non se la sente di tornare al fianco di Sebastian solo per questo motivo: sarebbe da ipocrita. Rimasta da sola, Laura chiama un collaboratore per dirgli di raccogliere notizie sull’arresto di Castelli.

Carol racconta a Serena quanto appreso da Corradi ma non ha idea del rapporto che ci  fosse tra lui e sua madre. Perchè nascondere questo segreto per anni e rivelarlo solo adesso? La figlia si offre di studiare le carte del processo per fare chiarezza, ma chiede a Carol di non trasformare questa storia in un'ossessione.

Laura incontra Sebastian e gli mostra la sua solidarietà per l'arresto del figlio. Ma non vuole più parlare di loro o del loro matrimonio.

Mentre Carol guarda alcune foto della madre, scopriamo che anche Corradi ne conserva una, con una dedica: "A Vinicio, per sempre tua, Federica".

Margot comunica a Daniela che sta per tornare a Torino: vuole stare accanto a Sebastian in questo momento.

Ascanio chiede a Diana se c'è qualcosa che possa fare per lei o per Jacopo: e se tornasse in carcere? Ma la ragazza gli dice che non è necessario che faccia una cosa del genere:suo marito ha già lei al suo fianco.

Diana riesce ad incontrare Jacopo in commissariato prima che venga portato in carcere: il marito riesce solo a metterla in guardia da Ascanio che non è chi dice di essere...