Centovetrine: riassunto puntata mercoledì 23 gennaio 2013
gennaio 23, 2013
Viola assiste ad un litigio tra Serena e Zanasi. Quest'ultimo ha dato alla sua ex socia altre dodici ore di tempo per sabotare le indagini di Cecilia o sarà costretto a dire a Damiano di lei e Brando. Ettore raggiunge Maddalena e Diana sul luogo dell'appuntamento...

Maddalena (Annamaria Malipiero) dà appuntamento a Ettore (Roberto Alpi) e gli dice di raggiungerla da solo. Messo giù il telefono, Ferri conferma a Ivan (Pietro Genuardi) e Jacopo (Alex Belli) i suoi sospetti: Diana è stata rapita.

Cecilia (Linda Collini) chiede a Serena (Sara Zanier) perché non le abbia parlato prima del ricatto di Zanasi: per coprire un reato, ne stava commettendo uno più grande. La sorella le dice che stava tentando di salvare la sua vita, la sua reputazione e il suo matrimonio: non può dire a Damiano quello che ha fatto mentre lui lottava per restare vivo su quell’isola. Cecilia però le consiglia di parlare con suo marito al più presto: lui la ama e capirà. Per l’indagine ci penserà lei a chiarire la sua posizione.

Jacopo accusa Ettore di averli trascinati tutti in questa situazione e se Diana è nelle mani di quella donna è solo colpa sua. L'uomo gli assicura che risolverà questa situazione e lo farà da solo, perché sono queste le condizioni di Maddalena.

Carol (Marianna De Micheli) dà appuntamento a Yuri (Andrea Bullano) a Centovetrine: si libererà della sua guardia del corpo e gli dirà dove sono Ettore e Maddalena, come d’accordo. Vettel ignora però che Thomas (Brando Giorgi) ha assistito alla conversazione e che aiuterà Carol ad incastrarlo.

Serena trova Zanasi (Renato Raimo) nel suo ufficio, seduto alla sua scrivania. La donna gli dice che non ha nessuna intenzione di sottostare al suo ricatto e affronterà le conseguenze delle sue azioni. Ma Zanasi le dà altre dodici ore per scambiare quei documenti, o Damiano saprà tutto, anche di lei e Brando. Serena lo caccia dal suo ufficio, ma Viola (Barbara Clara), dal corridoio, assiste alla scena.

Ettore raggiunge Maddalena e Diana (Daniela Fazzolari): quest’ultima è legata e addormentata. La donna gli dice che stanotte finirà tutto, ma sarà versato dell'altro sangue.

Viola si presenta in ufficio da Serena per lasciarle dei documenti e le dice di averla sentita litigare. La cugina le dice che era solo un cliente con cui ha discusso.

Ettore prova a convincere Maddalena che tra loro andrà tutto bene se non si arrende, ma la donna gli dice che non si tratta di arrendersi, ma solo di andare fino in fondo: non è riuscita ad amarlo più di quanto lo odia ed è arrivato il momento di distruggere anche quel poco di amore che c’è in lei.

Sebastian (Michele D’Anca) rientra a casa dove trova Laura (Elisabetta Coraini) ad aspettarlo, rientrata prima da Parigi per fargli una sorpresa: l’uomo non ha il coraggio di dirle del bacio con Margot.

Maddalena punta una pistola contro Ettore, ma non è a lui che vuole sparare: vuole che capisca cosa significhi amare una persona che invece dovrebbe odiare con tutto sé stesso. Vuole che soffra anche lui come ha sofferto lei. E punta la pistola alla testa di Diana. A Ettore non resta altra scelta che uscire a sua volta una pistola e spararle.