Centovetrine: riassunto puntata 22 marzo 2013
marzo 22, 2013
Jacopo chiede a Sebastian di pensare bene alle conseguenze che potrebbero esserci se la notizia della sua relazione clandestina con Margot divenisse di dominio pubblico. Oriana indaga sul rapporto tra Corradi e Carol Grimani. Damiano chiede aiuto a Cecilia...

Serena prova a spiegare a Damiano che vuole dargli del tempo: deve capire cosa vuole fare e dimostrargli che è ancora l’uomo di cui si è innamorata, con i fatti e non solo con le parole. Fino a quando non sarà pronto per fare da padre a questo bambino, lo vuole fuori dalla sua vita.

Oriana chiede nuovamente a Corradi perché abbia convocato Carol Grimani. L’uomo le dice solo che i suoi rapporti con quella donna sono legittimi e puliti. La Daverio teme però che voglia ancora in qualche modo colpire Ferri e, se è così, lo scoprirà.

Jacopo cerca di far capire al padre cosa potrebbe succedere se Laura scoprisse la sua relazione con Margot o se la cosa diventasse di dominio pubblico. Per non parlare delle conseguenze che la cosa potrebbe avere sul Gruppo Ferri. Sebastian però gli dice che non starà ancora ad ascoltarlo e che considera questo conversazione chiusa.

Diana chiede al padre cosa debbano fare con il progetto della Fondazione Ferri dato che non hanno avuto alcuna adesione da parte dei detenuti. Ettore le dice allora di sospendere l'iniziativa, ma questo non significa che si daranno per vinti.

Brando si avvicina a Damiano e, nonostante l’ostilità di Bauer nei suoi confronti, gli dice di pensare bene a cosa voglia fare: vuole amare e crescere con Serena questo bambino? Perchè lui è disposto a farsi da parte.

Diana convince Jacopo a non denunciare l’aggressione subìta da Ascanio. Nonostante non sia d’accordo, il marito acconsente e poi le rivela quello che ha scoperto su suo padre: non sa davvero cosa fare.

Oriana chiama a colloquio Carol per parlarle di Corradi: ha il sospetto che sia a capo di un'organizzazione criminale, ma non ne ha le prove. Pensa che voglia il suo aiuto per dei scopi illeciti e vuole invitarla a tenersi alla larga da quell'uomo o rendersi disponibile per eventuali indagini da parte degli inquirenti. La Grimani le dice che non è certo una sprovveduta: è un'imprenditrice e di certo non una spia.

Damiano si confida con Cecilia: voleva solo sapere se quel figlio era suo. Adesso non sa se ce la farà a reagire e riconquistare la fiducia di Serena. La cognata gli ricorda allora che non è da solo e che può contare su di lei.

Serena invece si sfoga con Carol: non può far rientrare Damiano nella sua vita se non vuole crescere questo bambino con lei. Lo deve amare senza se e senza ma. Ma è stata dura guardarlo negli occhi e lasciarlo.

Thomas non prende bene il fatto che Cecilia si sia offerta di ospitare Damiano nella dependance e, soprattutto, che debbano rinunciare al loro viaggio a Parigi per lui e vuole che prenda una decisione: è più importante la loro relazione o la sua amicizia con Damiano?

Dopo aver faticato in falegnameria, Ettore trova un coltello nascosto sotto il suo materasso. È Ascanio a spiegargli il significato di quel "regalo": qualcuno vuole che faccia fuori Corradi e che prenda il suo posto...