Centovetrine: riassunto puntata 20 marzo 2012
marzo 21, 2012
Angela rivela il suo piano ad Adriano. Viola deve agire presto, prima che Brando scopra il guaio in cui Cristiano si è cacciato. Ivan chiama il presunto rapitore di Diana.

Jacopo e Matilda mettono al corrente Ivan di aver ricevuto una foto di Diana ammanettata ad un letto ma l’uomo è sicuro che sia tutta una recita.

Angela si presenta in studio da Adriano con il pretesto di chiedergli scusa per essersi mostrata aggressiva e sgarbata il giorno del consulto, ma in realtà è lì per ricattarlo: il medico dovrà operare Ferdinando, altrimenti lei ucciderà Carol. La donna infatti è nelle sue mani e non la libererà fino a quando suo marito non uscirà dalla sala operatoria. Angela è disposta a fare tutto per l’uomo che ama e anche lui dovrà fare la stessa cosa dal momento che ama Carol.

Ettore, ancora in Francia, incontra il suo informatore ma l’uomo non ha nessuna novità. Escludono comunque la malavita organizzata e ipotizzano possa trattarsi invece di un uomo che ha agito da solo, sempre che si tratti di un vero rapimento.

Viola va a trovare suo padre con la scusa di prendere in prestito una vecchia collana appartenuta alla nonna e che è conservata in cassaforte. Ma il discorso finisce su Brando: l’opinione di Sebastian non è cambiata, ma è per lei che ha rinunciato a denunciarlo e ha tentato, con l’invito a pranzo, un gesto distensivo nei suoi confronti. L’uomo, che ha mentito per l’ennesima volta alla figlia, rivela poi a Laura che spera che Viola non venga mai a sapere cosa in realtà i due stanno per fare per avere la tenuta di Serralunga.

Angela porta Adriano da Carol ma la donna è legata a dell’esplosivo e non può e non deve muoversi o l’intero locale salterà in aria. Inoltre nessuno può disinnescare la bomba: solo Ferdinando è in grado di farlo quindi il dottor Riva dovrà operarlo e portarlo lì sano e salvo se vuole salvare la vita di Carol.

Ettore non risponde al telefono, dunque sta a Ivan, Jacopo e Matilda decidere cosa fare e se chiamare quel numero di telefono che accompagnava la foto di Diana. Alla fine Matilda si prenderà la responsabilità per Ettore, cui era indirizzata la lettera, e chiameranno quel numero.

Cristiano chiede a Viola del suo incontro con Sebastian. La ragazza sperava che il padre le dicesse come stanno realmente le cose, ma non lo ha fatto. Però ha scoperto che i documenti si trovano nella cassaforte perciò è da lì che li sottrarrà e Cristiano poi li metterà al loro posto per non far sapere nulla a Brando. A cose fatte affronterà il padre e lo metterà di fronte ad una scelta: o lei o i suoi piani e, se non sceglierà lei, Sebastian dovrà scordarsi di avere una figlia.

Ivan chiama quel numero, a cui risponde Diana. La ragazza è sconvolta e chiede il suo aiuto. Insieme al cellulare Diana trova anche un biglietto: “se ti rivogliono dovranno pagare 10 milioni di euro”.