Centovetrine: riassunto puntata 10 giugno 2013
giugno 10, 2013
Ascanio porta Diana da Jacopo. Milo chiede aiuto a Damiano. Dopo aver parlato con Serena, Brando parte da solo per la Germania.

Vinicio rifiuta la proposta di Carol: Jacopo tornerà dalla sua famiglia solo quando loro avranno ottenuto il loro scopo.

Continua il litigio tra Brando e Viola: quest’ultima gli dice che, se non vuole portarla con sé adesso, non aspetterà che lui si chiarisca le idee senza far nulla e gli dice anche di stare attento e di pensare bene a quello che sta facendo perché lei non sa se potrà tornare indietro.

Mentre Cecilia si allontana per rispondere al telefono, Milo chiede aiuto a Damiano: deve aiutarlo a trovare Amelie, una ragazza dell’Istituto con cui non è più riuscito a mettersi in contatto da quando è stata adottata e che teme sia “prigioniera” della sua nuova famiglia. Ma Bauer gli dice chiaramente che le sue sono solo fantasie e di non poterlo aiutare.

Ascanio torna da Jacopo per portargli il passaporto finto ma Castelli gli chiede di fare in modo che possa incontrare di nuovo sua moglie prima di lasciare l’Italia.

Brando incontra Serena al negozio e le dice la verità: si è sentito perso quando gli ha detto che avrebbe lasciato Torino. Ha scelto di essere sincero con Viola e adesso ne sta pagando le conseguenze. La ragazza gli dice che ha sbagliato a confessare queste cose a sua moglie: dovrebbe tornare da lei e chiederle scusa. Mentre tra loro finisce qui.

Anche se contro la sua volontà, Ascanio si presenta da Diana per portarla da Jacopo.

Cecilia va da Damiano al locale per chiedergli perché, da quando li ha lasciati da soli, Milo non le parla più: che cosa è successo? Che cosa gli ha detto?

Diana raggiunge Jacopo sulla barca e, venuta a conoscenza dei suoi piani, gli chiede di passare almeno la notte insieme. Il marito acconsente e insieme congedano Ascanio...