Centovetrine: riassunto episodio lunedì 22 aprile 2013
aprile 22, 2013
Laura dice addio a Sebastian. Cecilia chiede a Damiano di dirle la verità sull'aggressione a Zanasi. Diana si scusa con Jacopo per aver dubitato di lui...

Continua il confronto tra Sebastian e Laura: la donna gli dice che questa è la seconda volta che la umilia e che calpesta il suo amore. Margot non è stato un capriccio, di questo ne è certa. A nulla valgono le giustificazioni di Castelli: Laura gli chiede di andare via e di lasciarla da sola.

Jacopo non riesce a credere alla insinuazioni di Diana: crede davvero che abbia rubato quei soldi alla holding? Come può pensare che abbia fatto una cosa del genere?

Cecilia rivela a Thomas quello che ha scoperto su Damiano: le ha mentito per tutto questo tempo. È stato lui ad aggredire Zanasi. La ragazza si sente tradita perché non si sarebbe mai aspettata una cosa del genere da lui: l’ha spinta a dichiarare il falso davanti a un giudice.

Diana incontra il padre in carcere per parlargli della situazione di Jacopo: è innocente, ma non hanno idea di chi abbia voluto incastrarlo. Ettore gli dice che la scelta di licenziarsi sia stata la cosa migliore da fare, ma adesso deve stare accanto a suo marito, perchè non è ancora finita.

Carmen va a trovare Laura nel suo ufficio per dirle di aver incontrato Sebastian e di averlo visto davvero sconvolto ma la donna, in lacrime, delusa e arrabbiata, non vuole nemmeno ascoltarla.

Diana è in partenza per Francoforte per motivi di lavoro, ma prima di lasciare Torino, vuole chiarirsi con Jacopo: qualunque cosa accada, lei gli starà sempre accanto. Né permetterà che questa storia rovini il loro rapporto.

In commissariato, Damiano si scusa con Cecilia per averla trattata male durante il loro ultimo incontro. La ragazza gli dà un’ultima possibilità per dirle la verità sull’aggressione a Zanasi ma Bauer mente…

Laura torna a Villa Castelli per prendere le sue cose e dice addio a Sebastian.

Cecilia mostra a Damiano la multa, prova della sua colpevolezza: come ha potuto fare una cosa del genere? Adesso non gli resta che confessare. E, se non lo farà lui, sarà lei a denunciarlo.