Alcatraz: anticipazioni su “Webb Porter”, undicesimo episodio in onda su Premium Crime il 2 Aprile
marzo 30, 2012
Rebecca deve affrontare il temibile Webb Porter, un serial killer del 1963, tornato ai nostri giorni per continuare la strage di giovani donne dai lunghi capelli.

Avevamo lasciato, nella scorsa puntata, Rebecca alle prese con Clarence Montgomery, accusato ingiustamente di un delitto che non aveva commesso. Nella puntata che andrà in onda il 2 Aprile, invece, i tre protagonisti della serie ideata da Bryan Wynbrandt, Steven Lilien e Elizabeth Sarnoff, dovranno scontrarsi con il pericoloso Webb Porter.

Le indagini condotte da Rebecca portano alla luce il passato di Porter. Si scopre che nel 1963 la dottoressa Sengupta era riuscita, attraverso la musicoterapia, a guarire il disturbo alle orecchie che affliggeva Webb, contribuendo a farlo diventare un eccellente suonatore di violino.

Ai nostri giorni Porter unisce la sua passione per la musica con quella di uccidere giovani donne, asportando loro i capelli e ricavandone delle corde per il suo violino.

Le sue azioni sono dettate da ferite antiche, infatti, la madre aveva tentato di annegarlo in una vasca da bagno, quando era solo un bambino. Per salvarsi Webb Porter uccise la madre: questo episodio segna l’inizio della sua bramosia di vedere annegare le sue vittime.

Hauser e Rebecca riescono a prendere vivo l’assassino e in questo modo possono anche fare una trasfusione di sangue alla dottoressa che era in coma.

Visionando vecchi filmati del 1963, Rebecca e Soto scoprono qualcosa di molto importante su Lucy.